Accusa convivente di violenza sessuale

Una donna di origine russa, di 54 anni, è stata denunciata con l'accusa di aver violentato, un 61enne riminese. L'uomo, secondo la sua denuncia, sarebbe stato costretto ad avere un rapporto sessuale sotto la minaccia di un coltello. Lo riporta la stampa locale che ricostruisce quello che è stato definito un calvario di umiliazioni. I due stavano insieme da già da po' di tempo, quando sono cominciate le vessazioni. Quando lui ha lasciato la moglie chiedendo il divorzio, la russa forte dell'impegno dell'amante finalmente libero si era rivelata, a detta dell'uomo, una despota anche durante i rapporti sessuali, che riprendeva con la telecamera. Il 61enne ha così sporto denuncia alla polizia. Se ne occuperà la magistratura che ha indagato la donna per violenza sessuale sul convivente.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Morciano di Romagna

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...